Gestore Tecnostudi

Gestore Tecnostudi has created 96 entries

  • Press

    Stress da caldo nella bovina da latte: le possibili conseguenze e le misure nutrizionali da adottare

    Effetti dell’incremento del THI sulle bovine da latte
    Quando la temperatura esterna e l’umidità relativa (THI) aumentano, le bovine hanno difficoltà nel meccanismo di dispersione della temperatura corporea, anche perché non possono ricorrere alla sudorazione, ma solo all’ansimare, ossia all’aumento della frequenza respiratoria per ridurre la produzione endogena di calore. Già la combinazione di una temperatura esterna di […]

  • Press

    La produzione e il prezzo del latte in Europa e nel mondo nei primi mesi del 2018

    La crescita della produzione di latte
    Nel primo trimestre 2018, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, la produzione di latte bovino in Europa (EU28) è cresciuta del 2,3%. Molti paesi del vecchio continente hanno un saldo positivo, come ad esempio l’Italia (+2.8%), la Germania (+3.4%), l’Inghilterra (+0.3%), la Polonia (+2.7%), l’Estonia (+2.7%) e l’Irlanda (+2.5%).

    Sempre nello stesso periodo […]

  • Press

    L’approccio integrato come soluzione per lo stress da caldo

    Fin dall’inizio degli anni ‘90 sappiamo che l’approccio migliore per controllare il problema dello stress da caldo è di tipo integrato, cioè si concretizza come una strategia combinata tra modificazioni fisiche dell’ambiente, adozione di opportune tecniche e tecnologie e interventi nutrizionali e di management dell’alimentazione.

    L’obiettivo da raggiungere è quello di ottenere una razione caratterizzata da […]

  • News

    Il metabolismo dei minerali: conseguenze sanitarie e produttive in stalla

    Le alte richieste fisiche ed energetiche a cavallo del parto richiedono alla bovina uno sforzo notevole dal punto di vista metabolico. In questa fase la precisione gestionale svolge un ruolo importantissimo e se viene a mancare un supporto sufficiente, la vacca può essere suscettibile a diverse patologie concomitanti, che ne inficeranno le performance produttive nella […]

  • Press

    Il valore delle perdite di insilamento e i possibili consigli

    Uno dei punti su cui lavorare per migliorare la marginalità sul prezzo del latte è quello di raggiungere una maggiore efficienza del processo di alimentazione. Ciò significa anche ridurre le perdite di insilamento, dovute ad esempio alle piogge sul fronte di desilamento, ai danni da roditori, allo sviluppo di calore, alla degradazione da muffe e allo scarto da […]

  • Press

    Colostro fresco o surgelato: una ricerca per valutare la risposta immunitaria innata in vitelli neonati di manze Holstein

    La capacità di risposta immunitaria innata ed adattiva
    I vitelli neonati presentano una ridotta capacità di aumentare la risposta immunitaria innata e adattativa rispetto ai bovini di età superiore e sono agammaglobulinemici a causa dell’impermeabilità della placenta bovina. La capacità di risposta immunitaria innata ed adattativa si sviluppa progressivamente, dalla nascita alla pubertà. Lo sviluppo è mediato dall’esposizione […]

  • Press

    La complessità della nutrizione macrominerale dei ruminanti

    L’importanza dei minerali nelle diete degli animali da reddito
    I minerali hanno un ruolo fondamentale per la salute e le performance degli organismi viventi. In particolare, i nutrizionisti li aggiungono nelle diete degli animali da reddito perché quelli apportati dagli alimenti non sono in genere sufficienti, a meno che non si pratichino indirizzi produttivi particolari.
    NRC 2001 […]

  • Press

    Feed versus food: un’analisi della FAO per smentire questa competizione

    Il lavoro dei ricercatori della FAO e dell’Università di Wageningen
    Uno di temi ricorrenti nel dibattito pubblico è quello che accusa la zootecnia di concorrere con l’uomo per gli stessi alimenti, cereali e soia in particolare, sottraendo all’alimentazione umana ingenti derrate che potrebbero risolvere il problema della sottoalimentazione nel mondo. A confutare questo paradigma, per molti […]

  • Press

    Mais Ogm: no rischi per la salute e aumento della produttività

    La meta analisi effettuata dai ricercatori italiani
    Il mais geneticamente modificato non solo non fa male alla salute, ma anzi fa bene. E assicura anche produzioni più elevate e un minor uso di agrofarmaci.
    E’ quanto emerge da uno studio pubblicato su Scientific Reports condotto dai ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna e dell’Università di Pisa. Si tratta di una meta-analisi, una […]

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Tutti i dettagli relativi l'utilizzo dei cookie sono consultabili al seguente link

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi