Nuove micotossine nelle derrate alimentari

Ogni giorno si scoprono nuovi microrganismi e così anche nuove micotossine presenti nelle derrate alimentari. L’attenzione deve rimanere sempre alta.

Insilati: attenzione alle micotossine emergenti

Oltre alle micotossine normate che tutti conosciamo, ne esistono di «nuove», dette emergenti sono quelle micotossine per le quali non esistono normative che le regolano e che non hanno ancora ricevuto un’attenzione scientifica adeguata.

I dati di incidenza negli alimenti e gli effetti tossici associati alla loro ingestione sono scarsi e tali da non permettere delle valutazioni adeguate del rischio. L’Efsa, l’Ente europeo per la sicurezza alimentare, sta raccogliendo informazioni sulla presenza nelle derrate alimentari di queste micotossine e i rischi per la salute pubblica.

Le principali micotossine emergenti su cui si stanno raccogliendo informazioni sono: enniatine, moniliformina, fusaproliferina, beauvericina, bikaverina, acido fusarico, culmorina, aurofusarina, diverse tossine di Alternaria e alcaloidi Ergot.

In particolare, l’attenzione delle autorità pubbliche nei confronti di queste micotossine emergenti riguarda le materie prime principalmente utilizzate nell’alimentazione umana e dei monogastrici.

Fonte: L’Informatore Agrario

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Tutti i dettagli relativi l'utilizzo dei cookie sono consultabili al seguente link

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi