Qual è la dimensione ottimale della mangiatoia per i suinetti?

Le dimensioni della mangiatoia e quindi lo spazio disponibile per i suinetti nel momento in cui si devono alimentare influisce su moltissimi fattori ra cui la salute e la crescita ponderale.

Leggiamo questo studio che ne analizza i vari aspetti.

In che modo lo spazio alla mangiatoia dei suini e le dimensioni del gruppo influiscono sulle performance?

Le mangiatoie sono l’interfaccia finale tra i suini e le diete progettate per soddisfare i loro fabbisogni nutrizionali. Lo spazio alla mangiatoia dovrebbe essere sufficiente per garantire a tutti i suini del gruppo l’accesso al mangime, indipendentemente dalle loro capacità di competizione. Il numero di suini per bocca-buco della mangiatoia, può essere definito come il numero di suini per spazio disponibile (“bocca” della mangiatoia o feeder hole) in un box (ovvero 10 suini per bocca della mangiatoia). Fornire uno spazio adeguato (ma non eccessivo) alla mangiatoia è essenziale per avere una gestione di successo in allevamento.

C’è molto interesse e controversia su quale sia la dimensione ottimale del gruppo di suinetti per massimizzare le prestazioni post-svezzamento, soprattutto alla luce della tendenza a utilizzare gruppi grandi (> 100-150), come strategia per ridurre al minimo i costi di installazione, massimizzare l’uso dei capannoni e migliorare la redditività complessiva. È importante ricordare che l’aumento della dimensione del gruppo è talvolta confuso con una riduzione della densità, quindi è necessario prestare attenzione nell’interpretazione dei dati e delle informazioni su questo argomento.

Effetto del numero di suini per bocca-buco della mangiatoia e dimensione del gruppo sulle prestazioni di crescita

Studi recenti hanno dimostrato che sia lo spazio alla mangiatoia, che i grandi gruppi di suinetti, potrebbero influenzare l’incremento medio giornaliero ed il consumo medio giornaliero durante lo svezzamento (Laskoski et al., 2019). Aumentare il consumo per migliorare la crescita subito dopo lo svezzamento, può essere una strategia per aumentare le prestazioni dei suini dopo lo svezzamento. Laskoski et al. (2019) hanno analizzato gli effetti del numero di suini per ogni bocca della mangiatoia e la dimensione del gruppo di suinetti sull’inizio del consumo di mangimi e sulle prestazioni di crescita nei suinetti di svezzamento a densità costante (0,23 m²/suino) ed hanno osservato che i box con 3,75 suinetti per bocca della mangiatoia, o 15 suinetti per box, erano quelli che hanno iniziato a mangiare mangime prima, dopo lo svezzamento (figura 1) e quelli che hanno avuto il consumo medio più alto durante i primi 14 giorni dopo lo svezzamento, rispetto ad altri trattamenti. Nello stesso studio, è stato osservato un aumento lineare del tasso di crescita diminuendo il numero di suini per bocca della mangiatoia, cambiando la dimensione del gruppo. Sebbene non siano stati segnalati effetti significativi sulla percentuale di eliminazioni durante lo svezzamento riducendo la dimensione del gruppo da 7,5 a 3,75 suini per bocca della mangiatoia, i risultati di questo studio hanno indicato una riduzione numerica delle perdite durante il periodo ( 4,3% vs. 0,9% rispettivamente).

Figura 1. Tempo medio fino all'inizio dell'ingestione di mangime in base al N° di suini per bocca della mangiatoia e per box durante lo svezzamento. Lineare, P <0,001; Quadratico, P = 0,081.
Figura 1. Tempo medio fino all’inizio dell’ingestione di mangime in base al N° di suini per bocca della mangiatoia e per box durante lo svezzamento. Lineare, P <0,001; Quadratico, P = 0,081.

Effetto del numero di suini per bocca-buco della mangiatoia e dimensione del gruppo sulle lesioni alle code ed alle orecchie

L’aumento della dimensione del gruppo di suinetti può portare ad un aumento dello stress e dell’aggressività nei suini (Randolph et al., 1981; Curtis, 1996). Tuttavia, osservazioni casuali (Wolter & Ellis, 2000) non hanno rivelato segni di comportamenti anomali, come il morso della coda o dell’orecchio, quando le dimensioni dei gruppi di suinetti aumentavano durante lo svezzamento. La competizione per i mangimi può essere il principale fattore coinvolto nell’innescare interazioni aggressive tra suini e la ridotta disponibilità di spazio alla mangiatoia è stata descritta come un fattore di rischio per le morsicature delle code. Laskoski et al. (2019) hanno mostrato che con 6,25 suini per bocca di mangiatoia, la comparsa di lesioni sulle orecchie era ridotta, mentre quelle sulla coda erano ridotti con 3,75 suinetti per bocca di mangiatoia. Ciò dimostra che la restrizione dello spazio della mangiatoia può spiegare l’aspetto delle lesioni della coda e dell’orecchio (Tabella 1), anche se l’alimentazione sia fornita ad libitum, e che lo spazio alla mangiatoia può essere associato alla comparsa di questi comportamenti nei suini in svezzamento.

Tab 1. Lesioni alle code ed alle orecchie a seconda del N° di suinetti per bocca-buco alla mangiatoia durante tutto il periodo di svezzamento.*

* Si usarono un totale di 630 suinetti (peso corporeo iniziale di 5,59 ± 0,9 kg) con una densità per suino di 0,23 m² e 7 box per trattamento. Il periodo di svezzamento è stato calcolato tra lo svezzamento ed i 42 giorni.
a,b Le percentuali seguite da lettere diverse all’interno di ciascuna riga differiscono statisticamente (P <0,05)

Conclusioni

In sintesi, Laskoski et al. (2019) hanno descritto che, riducendo il numero di suini per bocca di mangiatoia, riducendo la dimensione del gruppo, mantenendo una densità costante:

  • Si riduce l’incidenza delle lesioni alle orecchie ed alle code;
  • Tende ad incrementare il tasso di crescita durante tutto il periodo;
  • Si riduce il tempo dell’inizio dell’ingestione di mangime ed aumenta il consumo nella fase iniziale dello svezzamento.

Per questo motivo, ridurre il numero di suini per mangiatoia, riducendo le dimensioni del gruppo, può essere una strategia valida per migliorare le prestazioni di crescita e il benessere degli animali, soprattutto quando lo spazio è limitato.

Fonte: 3tre3.it

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Tutti i dettagli relativi l'utilizzo dei cookie sono consultabili al seguente link

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi